Società della Salute della Zona Pisana
Consorzio Pubblico di funzioni
Via Saragat, 24 - 56121 Pisa

Avvisi e Notizie

Continua la campagna di sensibilizzazione contro gli incidenti stradali organizzata dall’associazione di studenti e professori delle scuole superiori AsteroideA, in memoria di Lorenzo Malacarne, il ragazzo del Liceo Russoli scomparso 11 mesi fa

“A Lorenzo Malacarne, affinché la tua energia buona torni nel tempo”. Queste parole sono state l’epigrafe dell’evento che si è tenuto questa mattina alla Stazione Leopolda, organizzato dall’associazione di studenti e professori delle scuole superiori pisane “AsteroideA” nell’ambito della campagna di prevenzione contro gli incidenti stradali #Mai più, nata nel febbraio scorso come risposta alla scomparsa del loro compagno, Lorenzo Malacarne, avvenuta esattamente 11 mesi fa in un incidente stradale.

Proprio il ricordo di Lorenzo è stato il filo rosso che ha legato i vari momenti della mattinata, a cui hanno partecipato un centinaio di studenti delle scuole superiori pisane.

L’evento è stato soprattutto un momento per fare il punto sulla campagna di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale #Mai più, illustrata dalla preside dell’istituto Russoli, Gabriella Giuliani, insieme ai suoi studenti. Molto significativo l’intervento della Consulta degli Studenti, rappresentata dalla presidente Matilde Vistoli (Liceo Buonarroti) e da William Francesco Corno (ITI). E’ stato proposto un piccolo momento di riflessione sugli effetti dell’alcool alla guida e, insieme a Eleonora Lolliniwebmaster di AsteroideA, è stato presentato il blog “La stanza di Lorenzo” che sarà attivo sul sito www.asteroidea.it. Il blog vuole essere il luogo dove gli studenti potranno testimoniare, attraverso scritti e foto, i propri comportamenti corretti alla guida.

“Attraverso questa iniziativa – spiega la professoressa Prato, presidente di Asteroidea - chiediamo agli studenti di partecipare al blog, e di entrare così, virtualmente, nella "stanza di Lorenzo" prendendo l’impegno a monitorare, da giugno ad ottobre 2017, sul sito di AsteroideA, la propria capacità di rispetto dei contenuti della campagna #Maipiù. A novembre il materiale così raccolto, sarà studiato da esperti della Società della Salute insieme ai ragazzi della "Stanza di Lorenzo", alle Referenti Area Autonomia e alle Referente di progetto di AsteroideA. Grazie a tale collaborazione sarà deciso se e come portare avanti la campagna #Maipiù”.

Nel corso della mattinata è stato ricordato anche l’impegno di Lorenzo Malacarne nel progetto di Asteroidea, Letture in Hospice. Sono state riproposte letture da parte dei ragazzi e momenti musicali. Per l’occasione è stato presentato il nuovo CD di Letture in Hospice, realizzato in collaborazione con il Teatro Verdi, che contiene brani letti da studenti del Russoli, del Pacinotti, del Dini, del Matteotti, dell'ITI Da Vinci, del Galilei, del Buonarroti, e da due giovanissimi studenti che appartengono all'associazione "Piccoli Aiutanti", oltre a brani musicali a cura di Pentagramma. 

Inoltre gli operatori di Spaziobono19, il centro aggregativo giovanile della Società della Salute della Zona Pisana, hanno allestito un gioco dell’oca in cui gli studenti hanno potuto confrontarsi con test e domande che sulla guida sicura. 

La giornata si è chiusa con un momento simbolico: i genitori di Lorenzo hanno aperto la custodia della sua tromba che, dopo 11 mesi, è tornata a suonare.

“Questa campagna è particolarmente importante perché viene dal basso, i soggetti sono i giovani che sono stati coinvolti in prima persona e che si fanno portavoce di un messaggio di sicurezza che deve riguardare tutti - afferma la presidente della Sds della Zona Pisana, Sandra Capuzzi – Inoltre si pone in sinergia con il lavoro che stiamo portando avanti al centro aggregativo Spaziobono19, che ha lo scopo di fare informazione e sensibilizzazione tra i giovani sui corretti stili di vita. Proprio a questo fine, a Spaziobono19, attraverso l’uso gratuito di un etilometro, i giovani possono valutare il proprio stato psicofisico e prevenire i rischi legati alla guida in stato di ebbrezza”.