Società della Salute della Zona Pisana
Consorzio Pubblico di funzioni
Via Saragat, 24 - 56121 Pisa

Avvisi e Notizie

Appuntamento con l'autore, il sottosegretario Silvia Velo, l'onorevole Paolo Fontanelli e Roberto Negrini venerdì 10 giugno all'ex Convento dei Cappuccini

 

 

“Noi, le Coop rosse. Tra supermercati e riforme mancate” è il titolo dell’ultimo libro di Vincenzo Tassinari, che verrà presentato dall’autore il prossimo 10 giugno alle 18 presso gli spazi dell’Ex Convento dei Cappuccini in via Sant’Agostino 2/b a Pisa.

Tassinari è stato per 25 anni alla guida di Coop Italia, il Consorzio che riunisce il sistema delle Coop di Consumatori. Nel volume edito da Rubbettino affronta dal punto di vista di un cooperatore le vicende economiche degli ultimi decenni italiani, con un occhio alle strategie messe in campo in altri Paesi e la constatazione di alcuni ritardi cronici del Sistema Italia.

Insieme a Tassinari intervengono Silvia Velo, sottosegretario di Stato all'Ambiente e alla tutela del territorio e del mare, Paolo Fontanelli, questore della Camera dei Deputati, Roberto Negrini, presidente Legacoop Toscana. Modera Sandra Capuzzi, assessore alle Politiche Sociali del Comune di Pisa.

“La storia della cooperazione di consumo italiana è la storia dell’Italia. Per questo oggi riteniamo importante portare avanti una riflessione sui modelli di sviluppo dell’economia del futuro insieme a chi ha fatto la storia della distribuzione moderna e sottolineare l’importanza della cooperazione come soggetto forte dell’economia industriale - afferma Roberto Negrini, presidente Legacoop Toscana – il libro-intervista di Tassinari non racconta solo le vicende che hanno caratterizzato l’avvento e la crescita della distribuzione organizzata, ma fornisce una chiara indicazione per il futuro: al Paese serve avere più cooperazione e fare sistema seguendo i modelli e i valori cooperativi”.

“La cooperazione di consumo ha avuto un ruolo importantissimo negli ultimi decenni - aggiunge Sandra Capuzzi, assessore alle Politiche Sociali del Comune di Pisa – . La sua storia si intreccia indissolubilmente con quella del Paese, dei nostri valori, ma soprattutto con la storia delle persone che hanno davvero cambiato l’Italia. La cooperazione ha avuto un ruolo cruciale nel calmierare i prezzi a vantaggio dei consumatori. E oggi non è un caso che a Pisa vi siano i prezzi più bassi d’Italia”.