Società della Salute della Zona Pisana
Consorzio Pubblico di funzioni
Via Saragat, 24 - 56121 Pisa

Albo Pretorio

DOMANDA Allegato A, DOMANDA Allegato B, AVVISO, REGOLAMENTO

A partire dal 30/03/2012_al 30/04/2012 (1 mese) è aperta la possibilità, per gli aventi diritto, di presentare le domande per il progetto “Vita indipendente” annualità 2012 che prevede il finanziamento di progetti finalizzati a garantire il diritto a una vita indipendente alle persone con disabilità grave. Dopo un fase pilota il progetto regionale Vita Indipendente entra a regime.

Chi ne ha diritto. Sono interessate le persone disabili residenti nei Comuni della zona pisana, in possesso della certificazione di gravità ai sensi dell’articolo 3 comma 3 della legge 104/1992, di età compresa tra i 18 e i 65 anni. Possono essere destinatari del progetto anche le persone che risultano beneficiarie del contributo di Vita Indipendente nella fase pilota.

Il contributo. L’intervento consiste nell’assegnazione di un contributo mensile il cui importo può oscillare, in riferimento agli obiettivi del progetto e alle risorse disponibili, tra gli 800 e i 1800 euro mensili. Il finanziamento è finalizzato all’assunzione di un assistente personale, che non può essere un parente o un affine entro il terzo grado.

Domanda e scadenze. Il modello per la compilazione della domanda può essere scaricato dal sito Internet della Società della Salute pisana , oppure ritirato direttamente nelle sedi dei Punti Insieme della Zona Pisana negli orari di apertura.

La domanda compilata e corredata della documentazione richiesta, deve essere presentata entro il 30 aprile 2012. Sono previste due possibilità:

  1. Consegna diretta a mano in busta intestata a: “Direttore S.d.S. Zona Pisana” con dicitura “Progetto Vita Indipendente annualità 2012”e consegnata presso i Punti Insieme negli orari di apertura.
  2. Consegna tramite invio per posta ordinaria, in busta chiusa ed indirizzati all’attenzione del “Direttore S.d.S. Zona Pisana” c/o Punto Insieme Pisa, Via Garibaldi n.198, Pisa. Farà fede la data apposta dal timbro postale.

I progetti verranno valutati da una Unità di Valutazione Multidisciplinare (UVM) che redigerà una graduatoria.