Società della Salute della Zona Pisana
Consorzio Pubblico di funzioni
Via Saragat, 24 - 56121 Pisa

Avvisi e Notizie

 Da domenica 22 a sabato 28 agosto i campini di via Pierin del Vaga diventano un cinema all’aperto.

 La Presidente della Società della Salute Gambaccini e l’assessore Magnani: “Vogliamo riqualificare i quartieri pure sotto il profilo delle opportunità culturali e di aggregazione sociale”

 

Pisa, sabato 21 agosto 2021 – Si comincia domenica 22 con “Smetto quando voglio”, l’esilarante commedia firmata da Sydney Sibilla, e si prosegue il giorno dopo con “La Bella e la Bestia’’ nella versione del 2017 con Emma Watson, Emma Thompson ed Ewan McGregor. Dopo l’anteprima del luglio scorso, il “Festival’’ entra nel vivo: dal 22 al 28 agosto, rigorosamente sotto le stelle, l’appuntamento è al Cep, ai Giardini di via Pierin del Vaga. Alle 21.30 l’inizio delle proiezioni ma prima e dopo sarà in funzione anche il punto ristoro e all’opera gli animatori per coinvolgere i più piccoli in tanti giochi divertenti.

Ogni sera, per una settimana, un film diverso: oltre ai due citati in programmazione ci sono anche “I Guardiani della Galassia” (martedì 24), ‘’Sister Act “(mercoledì 25), “8 Mile’’ (giovedì 26), ‘’L’uomo del Labirinto’’ (venerdì 27) e ‘’Benvenuti al Sud” (sabato 28). Chiaro l’obiettivo: “Questa è una delle prima azioni che abbiamo in mente di mettere in campo per riportare le periferie al centro della città, riqualificandole non solo dal punto di vista delle fondamentali manutenzioni e arredi, ma anche sotto il profilo delle iniziative culturali e d’aggregazione sociale” spiega la Presidente della Società della Salute Gianna Gambaccini, assessore alle politiche sociali del Comune di Pisa. Proprio per questo Palazzo Gambacorti ha stanziato 10mila euro e li ha affidati alla SdS che ha predisposto un avviso pubblico vinto dal Cineclub Arsenale, organizzatore del minifestival del Cep.

“Questo progetto è, al tempo stesso, un bellissimo punto d’arrivo e di partenza – spiega l’Assessore comunale alla Cultura Pierpaolo Magnani -: l’idea di portare cinema, teatro e arte, infatti, è stata una linea guida su cui ho provato a lavorare fin dal primo insediamento, ma purtroppo la pandemia non ci ha inevitabilmente frenato. Adesso contiamo di ripartire, magarti arrivando a realizzare un programma più organico e strutturato nei prossimi perché il decoro delle periferie, passa  senz’altro dalle aiuole e dei marciapiedi, ma anche dalla possibilità di vivere il proprio quartiere in un modo più bello e profondo, condividendo momenti di svago e gioia collettiva”

Previste anche attività ludiche per i più piccoli. Il consiglio? “Portarsi una coperta o un cuscino – spiegano gli organizzatori -: sarà ancora più bello guardare il cinema sotto le stelle”