Società della Salute della Zona Pisana
Consorzio Pubblico di funzioni
Via Saragat, 24 - 56121 Pisa

Avvisi e Notizie

 L'intervento è parte di “Progetto Giovani”, 87mila euro per tre anni, stanziati dal Comune di Pisa per finanziare anche i centri giovanili “Giovani Lab” del Cep e “Temporary Cag” a Cisanello

 La presidente Sds Gianna Gambaccini: “Approccio flessibile: orari e turni varieranno in ragione dei Dpcm e dell'esigenze che emergeranno nelle prossime settimane”

 

Pisa, 8 maggio 2021 - Un grande gazebo in Piazza Garibaldi, cuore pulsante della movida pisana, quale presidio e punto informativo. E poi quattro operatori e un kit anti-covid, distribuito ai giovani che hanno già ricominciato a frequentare i punti di ritrovo cittadini contenente la tabella di misurazione del tasso di alcolemia, un etilometro monouso, mascherina e gel disinfettante, distribuiti in buste mono utilizzo per evitare il rischio di trasmissibilità del virus. Riparte da “PisaNITe”, il servizio di prossimità rivolto ai frequentatori della Pisa “by night”gestito da cooperativa sociale Arnera e coordinato dalla Società della Salute della Zona Pisana, il “Progetto Giovani” della stessa SdS per quanto riguarda il Comune di Pisa, 87mila euro l'anno per i prossimi tre, stanziati dall'amministrazione comunale e destinati anche i centri giovanili delle periferie, come lo storico “Giovani Lab” del Cep e il nascente “Temporary Cag” che presto avrà sede nel quartiere di Cisanello.

Intanto si comincia con PisaNITe: il taglio del nastro al gazebo, è stato questa sera  alla presenza anche dell’Assessore alla sicurezza del Comune di Pisa Giovanna Bonanno. Gli operatori, tutti facilmente riconoscibili dalla felpa blu con il nome del progetto e il logo della SdS Pisana, saranno in piazza e in giro per le strade del centro storico, anche domani sera e tutti i fine settimana fino ad ottobre. Due sotto il gazebo a fornire informazioni e sostegno dove sarà possibile anche provare i propri riflessi prima di mettersi alla guida utilizzando l'app Safedrive attraverso in tablet in in dotazione agli operatori, altrettanti in giro in Borgo e fra le piazze delle Vettovaglie, Santa Caterina, Sant'Omobono e dei Cavalieri, ossia i principali luoghi della movida pisana.

Gli orari, per il momento, sono dettati dal Dpcm ministeriale: «Inizialmente saremo in città fino allo scadere del coprifuoco delle 22 ma, ovviamente, siamo pronti ad estendere l'orario nel caso in cui vi siano ulteriori aperture» spiega la presidente della SdS Pisana Gianna Gambaccini, assessore alle politiche sociali del Comune di Pisa.

Discorso simile per i turni di presenza: «Dopo l'inaugurazione di oggi, il presidio dalla prossima settimana il presidio sarà attivo tutti i venerdì e sabato sera – continua Gambaccini -, ma abbiamo scelto un approccio flessibile: dunque se nelle prossime settimane, dovesse emergere l'esigenza di una presenza in altri giorni della settimana, siamo pronti a cambiare i turni». E da venerdì prossimo sarà possibile avere anche tutto il materiale informativo anche a portata di smartphone semplicemente tramite il Qr Code esposto sui roll up di PisaNITe esposti a fianco del gazebo.

Fondamentale anche la collaborazione della Polizia Municipale: “Il contrasto della malamovida è una nostra priorità - ha detto l’assessore comunale alla sicurezza Giovanna Bonanno -: con i vigili urbani saremo sempre presenti, accanto agli operatori"

Il tutto con un triplice obiettivo: «Promuovere azioni di informazione e sensibilizzazione sui rischi legati al consumo di alcol, tabacco, sostanze stupefacenti, gioco d'azzardo e malattie sessualmente trasmissibili – spiega il responsabile del progetto per conto della Cooperativa Arnera Fabrizio Mariani -, ma anche sostenere e promuovere iniziative di promozione del divertimento sano e notti di qualità in rete con analoghe esperienze del territorio toscano, senza ovviamente dimenticare il Covid e la necessità di mettere in atto comportamenti tali da ridurre al minimo le possibilità di trasmissibilità del virus»

Con PisaNITe anche Pisa aderisce al network “Notti di Qualità”, il sistema regionale promosso in collaborazione con con Anci Toscana e Coordinamento Toscano Comunità Accoglienza, per la creazione di un sistema toscano per la qualità del divertimento notturno giovanile.

Attachments: