Società della Salute della Zona Pisana
Consorzio Pubblico di funzioni
Via Saragat, 24 - 56121 Pisa

Avvisi e Notizie

 

Grazie all’intervento di unità di strada della SdS, che ha chiamato un’ambulanza al 118 per il ricovero di una persona senza dimora colpita da un malore, e coinvolto il Nogra per trovare una sistemazione al cane con cui vive.

 La presidente della SdS Gambaccini: “Lola e il suo padrone si sono riabbracciati oggi, dopo le dimissioni dall’Ospedale, ma quanto accaduto conferma l’importanza di aver potenziato l’unità di strada e la rete che gli ruota attorno”

PISA, venerdì 16 aprile 2021 – Una telefonata al 118 per un’emergenza sanitaria, un malore improvviso ma purtroppo non infrequente per chi, senza un tetto, è costretto a vivere in strada. E un’altra alle guardie zoofile del Nogra per prendersi cura di Lola, il cane della persona senza dimora ricoverata. Un’emergenza risolta nel migliore dei modi, in poco meno di un’ora: erano le 18 di ieri pomeriggio (giovedì 15 aprile), infatti, quando gli operatori dell’Unità di Strada di "Progetto Homeless" dedicata all’area di Piazza Vittorio e vie limitrofe ha notato all’altezza di Corso Italia una persona in stato di semi-incoscienza e con alcune ferite al volto: “Aveva avuto un malore nelle ore precedenti ed era caduto: così gli abbiamo suggerito il ricovero al pronto soccorso, facendoci ovviamente carico noi di chiamare l’ambulanza” raccontano gli operatori intervenuti. Il problema? “Una sistemazione per Lola – spiegano -:  il cane, infatti, è un affetto importante per ciascuno di noi ma per le persone senza dimora diventa spesso l’unica compagnia per molte ore al giorno”. Da qui la chiamata al Nogra che ha preso in consegna l’amico a quattro zampe portandola a casa di un’amica del senza dimora. “In questo modo – concludono- siamo riusciti a farlo salire tranquillamente sull’ambulanza e fargli svolgere tutti gli accertamenti necessari, cosa che probabilmente non sarebbe mai accaduta se non avesse avuto la certezza di un posto sicuro per Lola”.

Nella giornata di oggi il lieto fine: Lola ha potuto riabbracciare il proprio padrone che è stato dimesso dall’Ospedale dopo aver svolto tutti gli accertamenti del caso che non ha rivelato alcuna patologia particolare.

“Quanto accaduto ieri è un esempio di quanto sia stato importante aver rinforzato l’unità di strada, con l’equipe che staziona stabilmente in Piazza Vittorio e nelle vie limitrofe, e aver potenziato la rete che gli gravita attorno – sottolinea la Presidente della SdS Gianna Gambaccini -: in pochissimo tempo, infatti, siamo riusciti ad intercettare un problema e darvi una risposta che, adesso, ci fa stare un po’ tutti più tranquilli. Grazie agli operatori dell’unità di strada e di tutto Progetto Homeless, ai volontari del Nogra e a tutti gli altri soggetti che ruotano attorno a questo servizio fondamentale”