Società della Salute della Zona Pisana
Consorzio Pubblico di funzioni
Via Saragat, 24 - 56121 Pisa

Avvisi e Notizie

L’iniziativa, organizzata da Associazione Famiglia Aperta e Società della Salute della Zona Pisana, è rivolta a operatori e a famiglie affidatarie o interessate a un percorso di accoglienza. Interverranno tra gli altri il presidente del Tavolo Nazionale Affido Marco Giordano e il magistrato Pasquale Addesso

“Mutamenti sociali nel sistema famigliare. Nuove sfide per l’affido”. È questo il tema che sarà affrontato nella giornata di studio e riflessione che si terrà sabato 30 novembre alle Officine Garibaldi, a partire dalle 9. Un’iniziativa nata dalla collaborazione tra l’Associazione Famiglia Aperta e la Società della Salute della Zona Pisana, che intende rilanciare e focalizzare l’attenzione sull’affido familiare, a partire dalla normativa vigente, tenendo conto delle prospettive e delle innovazioni che i cambiamenti sociali e culturali pongono a questa forma di solidarietà.

La giornata sarà aperta dall’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Pisa e Presidente della Sds Pisana Gianna Gambaccini, a cui seguirà l’intervento della direttrice della Sds pisana Sabina Ghilli, che presenterà i dati sull’affido familiare a Pisa.Nel corso della mattina interverranno inoltre Maria Atzeni, responsabile dell’Unità operativa di assistenza territoriale di Pisa, Anna Maria D’Antona, presidente di Famiglia Aperta, Marco Giordano, presidente del Tavolo Nazionale Affido, Massimo Bartoletti, psicologo e psicoterapeuta. Nel pomeriggio, a partire dalle 14.15, le relazioni del magistrato di Como Pasquale Addesso, che illustrerà gli aspetti giuridici e sociali della tutela del minore,  di Rachele Vitali, assistente sociale della cooperativa Agape, Maria Cristina Cavallaro, psicologa e psicoterapeuta, Raffaella Nardini, vicepresidente associazione Famiglia Aperta. Modererà Pietro Galliani, assistente sociale.

L’iniziativa è rivolta sia agli operatori che si occupano di affido e di sostegno alla fragilità genitoriale, sia alle famiglie affidatarie o interessate a un percorso di accoglienza. Previsti crediti formativi per gli assistenti sociali.

Ulteriori informazioni sul sito www.famigliaaperta.it