Società della Salute della Zona Pisana
Consorzio Pubblico di funzioni
Via Saragat, 24 - 56121 Pisa

Avvisi e Notizie

Si è tenuto a Pisa un convegno sulle strategie di approccio più innovative

Autismodentistiok.png

Un percorso innovativo per facilitare l’approccio alla cura e prevenzione odontoiatrica nei pazienti con autismo attraverso l’uso della tecnologia. È stato questo il tema al centro del convegno che si è tenuto sabato scorso a Pisa dal titolo “My Dentist – Il mio sorriso non è Indifferente”.

Il convegno è stata l’occasione per fare il punto su un progetto sperimentale sulle cure dentarie nei piccoli pazienti affetti da autismo, che sta dando importanti risultati.

“Far accettare la figura del dentista ai bambini con spettro dell’autismo non è affatto scontato - spiegano gli organizzatori del convegno - così come poter intraprendere percorsi di prevenzione per mantenere la salute del cavo orale come se fosse un gioco".

A Pisa tutto ciò è stato possibile grazie al progetto, nato nel 2016 dall’incontro tra odontoiatri e esperti informatici che ha portato alla definizione di un protocollo specifico basato sull’utilizzo di una grande quantità di materiale multimediale e allo sviluppo della Web application “My Dentist” che supporta gli odontoiatri nella gestione di un percorso personalizzato per ciascun paziente che potrà accedere da casa a giochi, immagini e video delle sedute per familiarizzare con le procedure e facilitare l’apprendimento delle necessarie abilità.

Il progetto nasce da un accordo di collaborazione fra Autismo Pisa APS (Pisa – Valdera -Valdicecina), il Dipartimento di Informatica dell’Università di Pisa, l’Istituto di Informatica e Telematica del CNR e la Clinica Odontoiatrica dell’Aoup.

Si tratta di un progetto unico nel suo genere in cui i risultati della ricerca universitaria non sono rimasti nel ristretto ambito accademico: attraverso una collaborazione stretta con le associazioni del territorio e i servizi hanno dato vita a un servizio che attualmente segue più di 130 pazienti (dai 3 ai 22 anni) presso l’Ambulatorio di Odontoiatria Pediatrica dell’AOUP in un progetto di prevenzione e cura condiviso con la Azienda Usl Toscana Nord Ovest.

“E’ stato un percorso molto faticoso - continuano gli organizzatori - nel quale i ricercatori si sono impegnati per superare tutte le barriere nella famosa terza missione delle Università che ancora nel nostro paese non è incentivata e valorizzata appieno”.

Questo risultato importante è iniziato con la tesi congiunta di Mariasole Bondioli (Informatica Umanistica) e Francesca Pardossi (Odontoiatria) che hanno poi continuato a collaborare sotto la direzione della professoressa Maria Rita Giuca (Unità operativa di Odontostomatologia e chirurgia del cavo orale, diretta dal professor Mario Gabriele), che si occupa da anni di Odontoiatria pediatrica negli ambulatori dell’Ospedale Santa Chiara, della Prof.ssa Susanna Pelagatti del Dipartimento di Informatica di UNIPI, e la partecipazione dell'IIT-CNR (dott.sse Maria Claudia e Marina Buzzi, Ing. Caterina Senette). Inoltre, stanno collaborando al progetto il Dr. Narzisi (IRCCS Stella Maris), le Logopediste Benedetta Vagelli e Valentina Semucci della ASL-NO, l'informatico Fabio Uscidda, la Psicologa Martina Pinzino e la Dr. Lucia Billeci di IFC-CNR.