Società della Salute della Zona Pisana
Consorzio Pubblico di funzioni
Via Saragat, 24 - 56121 Pisa

Avvisi e Notizie

 Consegnate stamani nella Sala delle Baleari le vetrofanie da apporre in tutte le ottanta strutture censite e che sono andate a comporre la mappa degli itinerari cittadini consultabile on line e su App.

 La Presidente della SdS Pisana Gianna Gambaccini: “L’accoglienza dei disabili è un dovere per chi governa un territorio e un comunità”.

 

PISA, venerdi 28 giugno 2019 – Un puntatore blu, del tutto simile a quello che indica i luoghi d’interesse accessibili sulla mappa interattiva consultabile sulla webmapp (www.itacaturismoaccessibile.it) trascinata dalla sagoma stilizzata di un una persona sulla sedia a rotelle e la scritta “for all”. E’ il simbolo posto sulla vetrofania che sarà collocata in tutti gli ottanta luoghi d’interesse cittadini censiti da Itaca, il progetto di cooperazione europea durato due anni, con la Società della Salute della Zona Pisana quale ente capofila, e che a Pisa ha censito circa ottanta strutture turistiche, culturali e ricettive andando a comporre una vera e propria mappa che segna punti d’interesse e itinerari, evidenziandone il livello di accessibilità, nel territorio costiero compreso fra Toscana, Liguria, Sardegna e Corsica.

Stamani, venerdì 28 giugno, la cerimonia di consegna delle vetrofanie alle strutture aderenti, nella bella cornice della Sala delle Baleari di Palazzo Gambacorti messa a disposizione dal Comune di Pisa, a cui sono intervenuti anche l’assessore comunale alla disabilità Rosanna Cardia e la Presidente della SdS Pisana Gianna Gambaccini.

 “Con questo progetto – ha affermato quest’ultima – vogliamo ribadire ancora una volta che è un dovere di chi la governa favorire l'accoglienza per i disabili e per le fasce più deboli della popolazione che esprimono la volontà di viaggiare e hanno il diritto di trovare una città che accolga le loro necessità e Itaca è una risposta importante in tal senso, da incentivare e sostenere”.

 “Questo progetto – ha aggiunto l’assessore Cardia - costituisce un’opportunità anche per la città perché promuove un segmento del turismo molto importante, quale quello rivolto alle persone con disabilità, contribuendo a sviluppare una tematica a noi particolarmente cara quale quello delle opportunità per il tempo libero e lo svago anche per chi è diversamente abile”