Società della Salute della Zona Pisana
Consorzio Pubblico di funzioni
Via Saragat, 24 - 56121 Pisa

Avvisi e Notizie

La manifestazione realizzata con la compartecipazione della Società della Salute della Zona Pisana 

Foto_olimpiadi_paralimpiche.jpg

Al via domani le gare delle prove di Coppa del mondo di scherma paralimpica, che torna nella città della Torre per il quinto anno consecutivo. La tappa pisana si svolgerà infatti da giovedì 21 fino a domenica 24 marzo nella sede del PalaCUS. Dopo il grande successo delle scorse edizioni, la Federazione Italiana Scherma ha, infatti, ritenuto di ricandidare la città della Torre anche per questa stagione. L'organizzazione anche quest'anno è stata affidata alla storica Società U.S. Pisascherma, con la compartecipazione della Società della Salute della Zona Pisana.
In programma dodici gare individuali previste per le specialità di fioretto, spada e sciabola (categorie A e B secondo il grado di disabilità, maschile e femminile) più due gare a squadre. Le gare avranno inizio alle ore 09.00 e termineranno con le cerimonie di premiazione alle 17.30 tutti i giorni, escluso la domenica (ore 16). Circa 450 gli atleti in gara e le persone degli staff attesi (quasi il doppio rispetto allo scorso anno), in rappresentanza di 32 nazioni: Argentina, Azerbaigian, Belgio, Bielorussia, Brasile, Canada, Cina, Corea, Estonia, Francia, Georgia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Grecia, Hong Kong, Iraq, Israele, Italia, Lettonia, Libano, Macao, Malaysia, Polonia, Russia, Spagna, Svizzera, Tailandia, Turchia, Ucraina, Ungheria, Usa.
La Società della Salute della Zona Pisana ha supportato l'iniziativa con un finanziamento di 9.000 euro per l'organizzazione logistica della gara. Inoltre nella serata di venerdì 22 marzo, dalle 19 alle 23, la torre di Pisa sarà illuminata di verde, bianco e rosso in onore della nazionale di scherma paralimpica, grazie al contributo del progetto europeo Itaca sul turismo accessibile, di cui la Società della Salute è l'ente capofila.
"Riteniamo che in tema di disabilità - spiega l'assessore alle Politiche sociali e presidente della Società della Salute Gianna Gambaccini - non si debba parlare soltanto di diritti, ma anche di doveri da parte di chi governa: rendere la città accessibile e favorire l'accoglienza verso tutti è una priorità nell'azione amministrativa. Anche quest'anno, dunque, la Società della Salute ha voluto dare un contributo significativo affinché questo evento internazionale possa svolgersi al meglio".